___email, Skype e Live Messenger: grig-io [at] libero.it; NOTA: SE MI AGGIUNGI COME CONTATTO SKYPE, AVVERTIMI: non avendo nessun contatto, mi connetto molto di rado ;)

mercoledì 25 giugno 2008

[senza titolo]

goccia a goccia sale l'impressione che chi mi sovrasta al lavoro controlli la mia postazione computer in toto con mezzi che non consideravo. 
Naturalmente, se questo è vero, potrebbe scoprire l'identità di grig-io e la cosa non mi fa fare salti di gioia, ma alla fine è una persona molto professionale (nel senso che il suo interesse primo nei rapporti col sottoscritto è/sarebbe la professione, indi etichetta/etichetterebbe come "produttivo" e "improduttivo" fregandosene delle sfumature della seconda categoria) e tiro innanzi abbastanza tranquillo. Abbastanza.

Anche se comunque, se quanto scritto sopra fosse vero, non mi tornano alcune cose, tipo
1) che abbia detto: "ho gli occhi anche dietro la nuca, e se/quando non lavoriamo vicini, non posso tenerti d'occhio"
2) quella volta che mi accusò di utilizzare il computer aziendale per lavori personali (in realtà alcuni miei file ci sono passati davvero, ma sottolineo che erano tutti progetti assolutamente fini a se stessi, con referente me medesimo e quindi agli antipodi della retribuzione, e l'unico che ho tentato di processare - ripeto, tentato - l'ho tentato di processare in background)
3) quella stessa volta, che mi disse pure che sarei abilissimo a cancellare le tracce (non so andare oltre il Vuota cestino e il Cancella cronologia, dati che per un informatico dovrebbero essere una bazzecola da recuperare se ce ne fosse il bisogno)

mah, o sono suoi tentativi di depistaggio (credo sia una persona che sa muovere molto bene certe corde psicologiche) o miei film in testa.

un commento:

iceotta ha detto...

o magari sono le sue carte nella tua testa.. hummm